Prevenzione Frodi

I Paesi membri dell’Unione Europea sono responsabili della tutela degli interessi finanziari comunitari e a tal fine sono chiamati a collaborare con le istituzioni europee (Commissione, OLAF, Corte dei Conti, ecc…) per contrastare e prevenire fenomeni lesivi per il bilancio comunitario. In questo contesto le azioni di prevenzione e contrasto delle frodi comunitarie rappresentano un tema di particolare interesse, caratterizzato da un alto livello di complessità e dalla trasversalità settoriale delle casistiche fraudolente. Dopo un rapido excursus delle ragioni che sono alla base dell’inefficacia dei metodi repressivi, il volume presenta alcune riflessioni su possibili strategie di prevenzione delle frodi comunitarie, sottolineando la necessità di dare maggiore enfasi all’adozione di azioni preventive nell’implementazione operativa di una efficace politica da parte delle Pubbliche Amministrazioni coinvolte nell’impiego delle risorse europee, in particolare dei Fondi Strutturali. Ciò che si propone è l’adozione di un approccio per processi, basato su un sistema di governance multilivello coordinata fra i diversi attori, che valorizzi gli strumenti della società dell’informazione per razionalizzare e diffondere le pratiche di prevenzione, rendendo così l’Amministrazione reattiva ed efficace nella salvaguardia degli interessi finanziari dell’Unione Europea e degli Stati che ne fanno parte.